Qualcuno ha detto che lo spazio bianco va considerato come un elemento attivo, non come uno sfondo passivo.
E’ vero. Ogni elemento grafico,  sia esso relativo ad un sito web o a una brochure, deve avere una posizione ben precisa e per valorizzare qualsiasi disegno, icona, spazio testo, abbiamo assoluta necessità dello spazio bianco.
Spazi più grandi per definire elementi più imporanti di un layout, come i margini di un impaginato e spazi più piccoli per rendere ad esempio un testo più leggibile. Bianco per dare il senso di eleganza, pulizia, lusso ma soprattutto ordine.
Grazie agli spazi possiamo far spostare l’attenzione di un utente da un punto all’altro del sito, dare valore ad una sezione piuttosto che ad un’altra o semplicemente, aiutare il nostro occhio a dividere l’inizio di un argomento rispetto ad un altro, in modo veloce ed intuitivo. Se sei un grafico anche tu che stai leggendo, ti sarà sicuramente capitato di sentirti dire “no c’è troppo spazio bianco”. Bene! queste sono le risposte da dare: il bianco valorizza, il bianco migliora la leggibilità, il bianco allegerisce la struttura del progetto, il bianco ci vuole!